La befana a Capranica

Ieri la befana è scesa dalla torre dell’orologio di Capranica per portare caramelle ai bimbi buoni e carbone a quelli cattivi.

I bambini si sono divertiti, anche se vedere questa befana con la barba non ha convinto neanche i più piccoli.
Mio figlio, che non è potuto venire, ed al quale ho fatto vedere successivamente il video, mi ha fatto notare: ‘ma quello è un signore mascherato da befana!!!’ (fortunatamente non ha riconosciuto l’identità della controfigura della befana).

La discesa della befana dalla torre è oramai un classica da qualche anno a questa parte, interrotta, se non ricordo male, l’anno scorso, per via del mal tempo.

Con Roberto e Massimo inaugurammo le discese qualche anno fa, calandoci dal campanile della chiesa centrale del paese vestiti da Babbo Natale, in un tripudio di caramelle e coriandoli.

In seguito ci siamo spostati alla torre dell’orologio, proseguendo con la saga delle befane.

Sci da Fondo a Campo dell’Osso

Il 31 Dicembre, mentre con Luigi aprivo la stagione di sci da fondo, mi era venuta in mente la seguente cosa: riuscire a riprendere in soggettiva una discesa con gli sci, per trasmettere le emozioni che si provano.

Rientrato a casa rimedio un vecchio marsupio, a cui pratico un foro per l’obiettivo della macchinetta. Il sistema va ancora perfezionato, perché con il movimento l’obiettivo tende a puntare verso il basso, ma ecco il primo esperimento sul campo, realizzato oggi.

Si può vedere anche direttamente su Vimeo, in formato HD.

Documenta la discesa per le Coste del Vallone, cioè il vallone che dai Tre Confini scende a Campo Secco.

Per chi conosce il Vallone, è impressionante notare la differenza tra quando c’è poca o niente neve, e le condizioni di questi giorni, l’incisione del torrente che lo percorre è completamente assente, la neve ha pareggiato ogni asperità ma soprattutto ha cancellato l’alveo del torrente.

Oggi abbiamo effettuato una variante all’anello classico: Campo dell’Osso – Valle Maiura – Coste del Vallone – Campo Secco – Valle di Monte Autore – Campominio – Campo dell’Osso.

Abbiamo abbandonato la Valle di Monte Autore all’inizio della parte più ripida e ci siamo diretti verso i Cannavacciari, seguendo i bolli rossi di un sentiero ritracciato di recente, per ritrovarci alla prima area picnic che si incontra scendendo la Valle Maiura.